Master dei Talenti della Fondazione CRT: quasi mille candidati per i 75 stage all'estero del bando 2010

Di Eleonora Voltolina - 22 marzo 2010 In Approfondimenti

Quasi mille candidati. Un successo senza precedenti per il bando 2010 del Master dei Talenti, il progetto finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Torino e destinato ai migliori neolaureati degli atenei piemontesi e valdostani che desiderano fare un'esperienza di stage all'estero. In 914 hanno risposto all'appello e si contenderanno le 75 posizioni di tirocinio contenute nel bando. Un incremento di oltre il 26% rispetto all'anno scorso, in cui già si era registrato un 40% in più di candidature rispetto alle precedenti edizioni: il che significa che tra il 2008 ed oggi gli aspiranti tirocinanti CRT sono più che raddoppiati.
Proprio ieri si è conclusa la fase del vaglio dei cv: una squadra costituita da una ventina di ex partecipanti, coordinati da Luigi Somenzari (il responsabile del progetto) e Chiara Ventura della Fondazione CRT, ha valutato una per una le candidature, verificando quali fossero maggiormente in linea con i profili richiesti. Ora a tutti i soggetti ospitanti (aziende ma non solo: anche enti pubblici, organismi internazionali, istituti di ricerca) verrà fornita una short-list di 5-10 curricula, e ciascuno di loro autonomamente deciderà come quando e a chi fare il colloquio, e chi scegliere come vincitore della posizione di stage.
Ma dove vogliono andare di più i ragazzi? A Londra: il fascino della City non accenna a diminuire. Mediobanca è al top, con ben 133 richieste per una sola posizione: il fortunato prescelto andrà per sei mesi, a partire da maggio, nell'Equity solutions team della banca, ricevendo nel contempo dalla Fondazione CRT un super-rimborso spese di 3mila euro lordi al mese (più o meno 2400 netti). Per altre due posizioni di stage a nella capitale inglese, offerte da un altro gruppo che si occupa di finanza (Nomura) le candidature sono state 154.
Anche i tirocini all'Onu sono come sempre molto richiesti: 185 autocandidature per le tre posizioni presso l'Ilo - International Labour Organisation (12 mesi tra l'Italia e la Svizzera, 1900 euro di compenso mensile), 95 aspiranti per i due posti all'Unicri - United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute (entrambi della durata di un anno, il primo da svolgersi tra Torino e Ginevra, il secondo addirittura tra Torino e Vientiane, in Laos!), 72 richieste per i due posti all'Unicef in Bolivia (4 mesi a La Paz, 2200 euro al mese). Da evidenziare le 125 richieste per i due stage messi a bando da No peace without justice, la ong fondata nel 1993 da Emma Bonino che si occupa di democrazia e diritti: qui l'attrattiva è consistita certamente, oltre che dal settore interessante dei diritti umani, anche dalla costruzione per così dire "logistica" degli stage: 12 mesi di cui sei a Bruxelles e gli altri sei a New York, con un rimborso spese forfettario di 2550 euro al mese.
Ottimi risultati anche per le due aziende del Bollino OK Stage che hanno partecipato quest'anno al bando proprio grazie alla sinergia tra la Repubblica degli Stagisti e la Fondazione CRT: Ferrero per lo stage in ambito marketing nel suo quartier generale di Lussemburgo ha ricevuto 91 candidature, ed Everis per le due posizioni di tirocinio in Spagna (una a Valencia e l'altra a Madrid) ne ha totalizzate 43.
Infine, da segnalare il grande interesse che come negli anni passati hanno suscitato le posizioni di stage nei grandi parchi naturali americani: in 76 si contendono il posto allo Yellowstone National Park (sei mesi a Mammoth Hot Springs, nello stato del Wyoming, con un rimborso della Fondazione CRT di 2500 euro lordi al mese), pochi di meno (72) quello allo Zion (sei mesi a Springdale, nello Utah), e 39 hanno espresso la loro preferenza per Isle Royale National Park: qui i mesi di stage saranno dodici, di cui uno a Grand Portage, in Minnesota, e i successivi undici a Houghton, in Michigan.
A tutti i 914 candidati di nuovo il più grande in bocca al lupo dalla Repubblica degli Stagisti. Alcuni di voi verranno contattati nelle prossime settimane, convocati per i colloqui, messi sotto torchio per capire chi è il più adatto. Solo in 75 partiranno: e a loro la Repubblica degli Stagisti rivolge l'invito di venire qui, alla fine del percorso, a raccontare la propria esperienza di stage.

Eleonora Voltolina

Per saperne di più su questo argomento, leggi anche:
- Da oggi aperto il nuovo bando del Master dei Talenti: 75 stage a cinque stelle per i migliori neolaureati di Piemonte e Val D'Aosta
- Occupati e ben pagati: ecco l'identikit di chi ha partecipato al Master dei Talenti della Fondazione CRT
- Due parole con Andrea Martina, ideatore della campagna di comunicazione Master dei Talenti 2009
- Marketing al gusto di nutella: c'è anche Ferrero nel bando Master dei Talenti 2010
- «Con due tutor e un mentor, seguiremo i tirocinanti CRT passo per passo nella loro avventura spagnola»: quest'anno anche Everis è nel bando del Master dei Talenti

E leggi anche le testimonianze degli ex borsisti:
- Chiara Santi, grazie alla CRT ho scoperto la sicurezza sul lavoro e me ne sono innamorata
- Antongiuseppe Stissi, un ingegnere piemontese sul treno per Pechino
- Nicola Rivella, un anno alla World Bank di Washington per studiare i paesi in via di sviluppo
- Michele Bertolini, l'artista della computer graphic sospeso tra Milano e Los Angeles

- Francesco Imberti, dalla Cina con amore (per il cibo italiano)
- Paola Laiolo, da Torino a Bruxelles inseguendo l'Europa

© Riproduzione riservata

Al via il salario minimo in Germania, ma il rischio è che ci ...

Al via il salario minimo in Germania, ma il rischio è che ci siano troppe eccezioni

All'inizio di luglio il Parlamento federale tedesco ha approvato il salario minimo, il Mindestlohn, con 535 voti favorevoli, 5 contrari e 61 astensioni. A metà luglio anche il Bundesrat, ovvero il Consiglio federale, ha dato il via libera alla legge, Tarifautonomiestärkungsgesetz, che introduce la ...

Leggi su Articolo36.it

L'ascensore sociale è inceppato: i giovani vivono peggio dei genitori

L\u0027ascensore sociale è inceppato: i giovani vivono peggio dei genitori

L’ascensore sociale? È rotto ormai da tempo, e il sistema educativo non offre più a chi studia la garanzia di poter migliorare la propria condizione. Una ricerca del Censis conferma questa preoccupante tendenza: al primo impiego solo il 16,4% dei ...

Riforme sbagliate e pochi investimenti, ecco perché in Italia non c'è lavoro

Riforme sbagliate e pochi investimenti, ecco perché in Italia non c\u0027è lavoro

Non è difficile spiegare perché in Italia non c'è lavoro, più complicato proporre la ricetta giusta sul "come si può fare per crearlo". Ci prova Romano Benini nel suo ambizioso "Nella tela del ragno", un libro che oltre a interrogarsi ...

Leggi su Articolo36.it

Made in Italy, i giovani di tutto il mondo vengono in Italia a ...

Made in Italy, i giovani di tutto il mondo vengono in Italia a studiare moda. Ma poi?

Arrivano dai cinque continenti gli studenti che scelgono l’Italia per compiere i loro studi nel campo della moda. Attratti dalla grande tradizione delle firme e del made in Italy, cercano nelle nostre scuole una formazione di qualità. In totale sono ...

Fuggire sì, ma dove? Ecco i Paesi migliori per trovare lavoro all'estero

Fuggire sì, ma dove? Ecco i Paesi migliori per trovare lavoro all\u0027estero

Quello dell'emigrazione degli italiani in cerca di lavoro e fortuna è un tema che non passa mai di moda. A scriverne è anche Claudio Bosaia in Dove Scappo, da poco pubblicato dalla casa editrice Iacobelli: una sorta di guida all'espatrio ...

Leggi su Articolo36.it

More and better jobs: chimera o possible traguardo per l’Italia?

More and better jobs: chimera o possible traguardo per l’Italia?

Nuovi processi e nuove contraddizioni. Le trasformazioni del lavoro di Serafino Negrelli, docente di sociologia del lavoro all’università di Milano-Bicocca, è una fotografia delle trasformazioni in atto nel mondo del lavoro. Un’immagine non particolarmente nitida, ma con un punto fermo importante: il ...

Leggi su Articolo36.it

Moda: troppi stilisti o aspiranti tali e pochi sarti, modellisti e figurinisti

Moda: troppi stilisti o aspiranti tali e pochi sarti, modellisti e figurinisti

Troppi stilisti o aspiranti tali e pochi sarti, modellisti e figurinisti. Diventare fashion designer ed entrare nel mondo della moda dalla porta principale è il sogno di molti, ma quando si spengono i riflettori delle passerelle si scopre che le ...

La scuola che resiste: diario di bordo di un maestro precario nella scuola ...

La scuola che resiste: diario di bordo di un maestro precario nella scuola italiana

Il diario di bordo di un maestro precario nel suo viaggio nella scuola italiana di inizio millennio. Questo è, soprattutto, il bel libro di Alex Corlazzoli, giovane e versatile docente nella scuola primaria della pianura padana, dal titolo La scuola ...

Web e social media, canali indispensabili anche per comunicare le professioni

Web e social media, canali indispensabili anche per comunicare le professioni

I social media sono ormai diventati, per gran parte delle persone, la sorgente primaria dell'informazione. Una sorgente frammentata, moltiplicata anche dai sempre più numerosi device a disposizione. I professionisti del giornalismo e della comunicazione, e in generale tutti i cittadini, ...

Leggi su Articolo36.it

Morire di non lavoro, quando la crisi porta al suicidio

Morire di non lavoro, quando la crisi porta al suicidio

Di non lavoro ci si può ammalare, perfino morire. E il suicidio, in certi casi, diventa la scelta estrema di chi non ce la fa più. Colpa della crisi economica, che ha impatti devastanti sulla salute psico-fisica delle persone, alcune ...

Leggi su Articolo36.it

Da Bruxelles per uno stage ad Amburgo per amore. Con la vocazione del ...

Da Bruxelles per uno stage ad Amburgo per amore. Con la vocazione del giornalismo

Chiuderanno il primo settembre le application per i tirocini al Consiglio dell'Unione europea. L'istituzione offre un centinaio di posti per cinque mesi di stage, a circa mille euro al mese. Susanna Grego ne ha fatto uno nel 2008 e alla Repubblica degli Stagisti ha ...

La mappa digitale delle università europee, un progetto utile ma ancora con molti ...

La mappa digitale delle università europee, un progetto utile ma ancora con molti limiti

Una mappa digitale di oltre 2.200 atenei di 29 paesi, ossia tutta l’Unione Europea più Svizzera e Norvegia. In due righe Eter (European Tertiary Education Register), piattaforma web lanciata dalla Commissione Europea con l’obiettivo di dare vita a un vero ...

Retribuzioni troppo basse e tutele inesistenti, per i precari i problemi sono sempre ...

Retribuzioni troppo basse e tutele inesistenti, per i precari i problemi sono sempre quelli

La precarietà in Italia, invece di essere ricompensata con stipendi più sostanziosi, è meno retribuita. «Faccio un esempio: se compro un biglietto aereo con date prefissate pago un prezzo che automaticamente salirebbe se scegliessi l'opzione di cambiare il rientro. Il ...

Leggi su Articolo36.it

Lavoro manuale, nei mestieri del passato c'è il futuro dei giovani italiani?

Lavoro manuale, nei mestieri del passato c\u0027è il futuro dei giovani italiani?

Secondo le ultime rilevazioni del "Rapporto Giovani" curato dall'Istituto Toniolo, oltre l’80% dei giovani italiani sarebbe oggi pronto a svolgere un lavoro di tipo manuale, e tre su quattro aspirerebbero a una attività in cui potere esprimere la propria creatività, ...

«Il futuro è a colori, se si sanno sfruttare le opportunità»: la deputata ...

«Il futuro è a colori, se si sanno sfruttare le opportunità»: la deputata Irene Tinagli sprona a reinventarsi

In un mercato del lavoro in cui i giovani fin dall’inizio temono di non poter entrare, rincorrendo magari per anni lo stesso lavoro senza guardare alle altre opportunità che hanno intorno, Irene Tinagli invita a osare: uscire da casa, incontrare ...

Leggi su Articolo36.it

Open