Da oggi aperto il nuovo bando del Master dei Talenti: 75 stage a cinque stelle per i migliori neolaureati di Piemonte e Val D'Aosta

Torna la miglior occasione di stage per i neolaureati degli atenei piemontesi e valdostani: il progetto Master dei Talenti promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, fortemente sostenuto dalla Repubblica degli Stagisti che anche quest'anno, come nel 2009, ha partecipato all'evento di presentazione con Eleonora Voltolina nel ruolo di moderatrice. Un'occasione non solo per lanciare il nuovo bando, che per il 2010 mette in palio 75 posizioni di stage (quasi il 12% in più rispetto all'anno precedente) in giro per il mondo, ma anche per tracciare un bilancio dei risultati delle prime cinque edizioni.
I dati raccolti nella survey, che racchiudono le testimonianze di quasi tutti i 191 ragazzi che hanno partecipato dalla prima edizione del 2004 a quella del 2008, dimostrano che il Master dei Talenti è un trampolino di lancio davvero efficace per entrare nel mondo del lavoro [qui l'articolo con tutti risultati]: basti pensare che l'80% dei ragazzi che hanno partecipato ai primi bandi è oggi felicemente occupato, con retribuzioni medie di 1755 euro (per quelli tornati in Italia) e 2400 euro (per gli italians rimasti all'estero).
Partecipare alle selezioni è quindi un'occasione imperdibile per tutti i neolaureati delle università del Piemonte e della Val D'Aosta. In due casi su tre gli stage messi a bando quest'anno dureranno 12 mesi; Svizzera, Stati Uniti e Francia sono i Paesi più ricchi di offerte, tallonati da Spagna, Cina e Inghilterra.
La Repubblica degli Stagisti è particolarmente fiera perchè quest'anno nel bando ci sono anche due delle aziende che hanno aderito al Bollino OK Stage: si tratta di Everis, che ospiterà due tirocinanti in Spagna (uno nella sede di Madrid e l'altro in quella di Siviglia – per entrambi il rimborso sarà di 1800 euro al mese) per un anno a partire da maggio 2010, e Ferrero, che offre  a neolaureati in economia e marketing uno stage di sei mesi a Findel, in Lussemburgo (rimborso spese: 1700 euro). Queste offerte di stage saranno ospitate anche nella pagina Annunci di questo sito.
Ed è solo l'inizio. Avete studiato agraria? Potete candidarvi al tirocinio di 12 mesi che Agridea, associazione svizzera che si occupa di sviluppo dell'agricoltura e delle aree rurali, propone in Svizzera (il vincitore riceverà un rimborso spese di 2mila euro al mese); o a quello dell'associação Solidariedade e Desenvolvimento di Capo Verde (legata all'associazione missionaria italiana Amses), che al tirocinante affiderà per 12 mesi alcuni aspetti del progetto «Vinha Maria Chaves» che mira a creare un vigneto nell’isola vulcanica di Fogo (il rimborso qui sarà di 2800 euro al mese); o ancora a quello dell'azienda vitivinicola francese La Préceptorie de Cenetrnach, che propone otto mesi a Saint-Arnac (2800 euro al mese).
Vi siete laureati in comunicazione, relazioni internazionali, marketing? Magari potrebbe interessarvi la posizione di tirocinio messa a bando dal Burton Blatt Institute di Washington: 12 mesi, a partire dal luglio del 2010, con un rimborso di 3300 euro. O quella di Feedback Italia, che per il tirocinante prevede un mese di training nella sede italiana (a Moncalieri) e poi 11 mesi a Mumbai in India (rimborso 3150 euro).
Anche chi si è dedicato alle lingue orientali ha le sue buone opportunità: per esempio può candidarsi per lo stage proposto a Pechino dalla Camera di commercio italiana in Cina, o per quello di Candy-Hoover a Jiangmen City, o per quello presso la Jiangyin Shenghai Industrial Co. Ltd (tutti della durata di 12 mesi, con rimborso di 3200 euro al mese). Slow Food Japan propone invece nove mesi a Sendai a partire da agosto: qui il rimborso è di 3300 euro ma per candidarsi bisogna parlare e scrivere bene in giapponese.
Scienze politiche? Tentate la carta del tirocinio proposto dalla Caritas in Mali: 12 mesi a 2600 euro, partenza giugno 2010, aperto anche a veterinari e agronomi. Oppure fate rotta su Israele, a Ramat Gan, con la società Euroisrael che assiste le aziende che vogliono fare business in Medio Oriente (qui il rimborso sarà di 2200 euro). Chimica e fisica? Ci sono due chance al Getty Conservation Institute, 12 mesi a 3300 euro al mese, partenza prevista a luglio 2010.
Dedicato agli architetti è l'ormai consueto tirocinio di 10 mesi al Moscow Institute of Architecture (era già presente in alcuni dei bandi precedenti e per il prescelto prevede un rimborso di 2700 euro al mese). E per i geografi e i naturalisti tornano anche le posizioni di stage nei mitici parchi naturali americani: Yellowstone [nell'immagine qui a fianco] e Zion (entrambi di sei mesi, 2500 euro al mese), e poi Isle Royale (qui i mesi sono 12, il primo a Grand Portage in Minnesota e gli altri 11 a Houghton in Michigan, a partire da luglio; il rimborso è sempre 2500 euro).
Le Nazioni Unite, oltre ad alcuni tirocini a metà tra la Svizzera e l'Italia presso Ilo e Unicri, da quest'anno aprono anche due posizioni in Bolivia con l'Unicef: 4 mesi a La Paz (rimborso di 2200 euro) uno per laureati in scienze sociali o legge, l'altro in psicologia o pedagogia. Psicologi ed educatori possono tentare anche la carta del Kenya: la onlus Rainbow Community Care propone sei mesi a Malindi, a partire da luglio, per il quale la CRT fornirà un rimborso spese di 2800 euro al mese. Sullo stesso genere c'è poi anche un tirocinio Unicri in Laos (con due mesi propedeutici a Torino e gli altri dieci a Vientiane): qui le candidature sono aperte ai laureati in legge, economia e scienze politiche e il vincitore riceverà un rimborso spese di 2500 euro al mese.
Da segnalare infine i due stage di 12 mesi proposti dalla ong No peace without justice (Non c'è pace senza giustizia), che si svolgeranno per metà a Bruxelles e per metà a New York (rimborso previsto: 2550 euro al mese): qui possono candidarsi anche i laureati in lettere e filosofia.

Questi sono solo alcune delle oltre settanta posizioni di tirocinio messe a bando per il 2010. C'è tempo fino al 1° marzo per candidarsi: questo è il link da consultare per provarci. E buona fortuna dalla Repubblica degli Stagisti.

Per saperne di più su questo argomento, leggi anche:
- Occupati e ben pagati: ecco l'identikit di chi ha partecipato al Master dei Talenti della Fondazione CRT
- Due parole con Andrea Martina, ideatore della campagna di comunicazione Master dei Talenti 2009
- Master dei Talenti CRT, Angelo Miglietta: «Quest'anno è stato boom di candidature: ecco perché»

E le storie degli ex tirocinanti CRT:
- Francesco Imberti, dalla Cina con amore (per il cibo italiano)
- Paola Laiolo, da Torino a Bruxelles inseguendo l'Europa

Commenta sul forum (1)

Prossimo Articolo