Ordina per...

Devi effettuare il login per crere una discussione

Cerca nel Forum

Sport business management Sole 24 Ore

Ciao Antonella, fai bene a chiedere pareri prima, come ben sottolinei, di investire in un percorso di due anni. Il primo consiglio che ti diamo è di dare un'occhiata al nostro articolo su come scegliere il master giusto, che puoi leggere a questo link: https://www.repubblicadeglistagisti.it/article/postlaurea-i-consigli-di-asfor-su-come-scegliere-il-master-giusto. Qui troverai indicazioni su come orientarti nella variegata offerta di master. Dopodiché, un'altra idea è quella di cercare anche tra i gruppi Facebook, perché capita spesso che ve ne siano alcuni formati proprio dagli allievi di qualche master. Tutto questo in attesa che qualche nostro lettore si faccia avanti e racconti la propria esperienza. Nel frattempo grazie per averci scritto, e un caro saluto

Ultimo Post: 1 ora, 41 minuti fa

Di: Redazione_RdS

Leggi tutto

Stage + lavoro

Ciao Diego, stage e lavoro in linea di massima sono sempre compatibili ed è possibile farli coesistere. C'è tuttavia per legge un tetto massimo di orario di lavoro consentito, fissato in 40 ore (questa la normativa generale, dopodiché esistono deroghe di vario tipo, come specificato qui: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=43305). Resta però da capire se la normativa sia applicabile anche ai tirocini, e quindi se il tuo caso rientrerebbe entro questo limite. Hai provato a rivolgerti a un caf per avere delucidazioni in merito? Oppure a qualche sindacato che sappia darti indicazioni specifiche sull'argomento? Facci sapere, e un caro saluto

Ultimo Post: 21 ore, 8 minuti fa

Di: Redazione_RdS

Leggi tutto

un anno di attesa

Salve a tutti, scrivo per raccontare la mia esperienza. A fine febbraio 2020 sostengo con successo un colloquio per uno stage extracurriculare e retribuito presso la Segreteria Tecnica territoriale dell'Arbitro Bancario Finanziario. Pochi giorni dopo viene proclamato il lockdown nazionale, e i suddetti stage vengono sospesi anche perchè i tutor sono in sw, e lo stage non potrebbe essere formativo se a distanza. E su questo posso anche esser d'accordo, ma a distanza di un anno mi sento presa in giro a ricevere la medesima risposta, soprattutto da un ente che dovrebbe essere serio e blasonato come la Banca d'Italia. Non vi dico ovviamente lo status psicologico dovuto al fatto di aver raggiunto un obiettivo importante praticamente solo in teoria, consapevole che sarebbe stata una voce brillante sul cv e che mi avrebbe aiutato a trovare lavoro dopo. Tutto ciò alla soglia dei 27 anni e senza un lavoro perchè per un laureato in giurisprudenza è di fatto tutto bloccato. Per caso tra i lettori di questo forum c'è qualcuno che ha superato questo colloquio e si trova nella mia stessa situazione? Non so davvero più a chi rivolgermi anche per avere un minimo di risonanza per una situazione che reputo fortemente ingiusta e ai limiti dell'assurdo.

Ultimo Post: 2 giorni, 1 ora fa

Di: damselinstress_

Leggi tutto

Attivazione stage se si è in cassa integrazione a zero ore

Salve, è possibile iniziare uno stage di 6 mesi con un'altra azienda se si è in cassa integrazione a zero ore per perdita fatturato al 30% causa covid con la propria azienda? Grazie in anticipo per rispondere

Ultimo Post: 2 giorni, 2 ore fa

Di: Fabife

Leggi tutto

Stage alla Commissione europea, aperto il nuovo bando: centinaia di posizioni con rimborsi da 1230 euro mensili

Sono aperte le candidature per gli stage alla Commissione europea, uno dei più conosciuti – e ambiti – programmi di tirocinio delle istituzioni europee. Online dallo scorso 5 gennaio, le domande si potranno inviare fino al 29 gennaio a mezzogiorno. E, come per tutte le edizioni, ci si aspetta un numero altissimo di application. In base alle statistiche pubblicate sul sito, in alcune edizioni, come quella del 2016, si sono perfino superate le 18mila candidature. Un numero a cui fanno ...

Ultimo Post: 3 giorni, 3 ore fa

Di: Ilaria Mariotti

Leggi tutto

Iniziare uno stage prima di interrompere formalmente l'altro

In risposta a #29773Grazie mille per il prezioso aiuto che offrite. Il tirocinio è iniziato il 7 gennaio e il precedente tirocinio è stato disattivato il giorno stesso. Nessun cavillo burocratico nel mezzo :) grazie di nuovo e un caro saluto a voi!

Ultimo Post: 3 giorni, 15 ore fa

Di: mfb

Leggi tutto

Dipendente può fare Tirocinio curricolare presso proprio ente?

Ciao Serdon, i tirocini curriculari sono, purtroppo, coperti da un sostanziale vuoto normativo. Una legge che li norma esiste, ma essendo molto datata si tende a far riferimento per la loro regolamentazione alle leggi sui tirocini extracurriculari. Abbiamo trattato un caso simile a quello che ci sottoponi in questo articolo: https://www.repubblicadeglistagisti.it/article/tirocini-curriculari-a-pagamento-asl-matera. Qui si parlava del caso del dipendente di una Asl che chiedeva alla stessa di poter svolgere un tirocinio curriculare collegato a un master in un turno al di fuori di quello a lui assegnato. Ora, riguardo questo aspetto, esiste un divieto esplicito nella normativa sui tirocini extracurriculari, che impedisce appunto ai dipendenti di svolgere un tirocinio presso la propria azienda. Un divieto a cui dovrebbero in teoria rifarsi anche i tirocini curriculari, anche se per esempio la Asl che citiamo nell'articolo non si era minimamente preoccupata di questo aspetto. A nostro parere commettendo un grave errore. Hai già parlato con chi si occuperebbe di attivare questo tirocinio sotto il profilo burocratico? Cosa ti è stato detto? Non hai modo di svolgere le ore che ti servono per acquisire crediti presso un altro ente? Torna a scriverci per darci tue notizie. E un caro saluto

Ultimo Post: 4 giorni, 3 ore fa

Di: Redazione_RdS

Leggi tutto

Tirocinio sbagliato sul nascere

Ciao, dopo una laurea triennale in lingue e un periodo di lavoretti poco sicuri in campi diversi, decido di cambiare rotta e seguo un corso di formazione tecnica post diploma IFTS in Tecniche Amministrative/Finanziarie presso un ente con fondi regionali /europei molto valido della mia zona. Corso tenuto da professionisti del settore, commercialisti per lo più e professori universitari. Corso che vedeva anche un cospicuo monte ore di tirocinio purtroppo sospeso dopo pochi giorni causa covid. (per sole due settimane ho operato in uno studio di commercialisti, molto ben seguita e mi piaceva molto!). Pazienza... Si conclude solo la parte di corso e mi diplomi con il voto più alto. Nonostante la mancanza del tirocinio, l'ente si attiva per proporci eventuali proposte lavorative. Mi chiamano proponendomi un'offerta presso uno studio notarile. Affiancamento alla dipendente che segue la contabilità. Colloquio, mi prendono! Accetto nonostante avverta un clima di incertezza: non sappiamo ancora bene come gestire il tuo inserimento.. Non c'è un pc per te.. La ragazza della contabilità ha un caratteraccio, speriamo che ti segua, ecc... Speranzosa che si organizzino meglio, accetto. L'inizio sperato a novembre non avviene per ritardi burocratici clnel far partire Garanzia Giovani. Mi comunicano di iniziare a dicembre, avvisandomi però che purtroppo per loro è un mese infernale e probabilmente inizierò veramente ad affiancare nel lavoro da gennaio (perché allora non prendermi da gennaio, mi domando ora a posteriori?). Mi adatto. Dicembre me lo fanno passare a studiare molta teoria, atti notarili e loro tassazione, e per carità, tra la teoria e l'osservazione dell'ambiente di lavoro imparo anche parecchio. Arriviamo a gennaio. La situazione per ora non è molto diversa. Semplicemente sono seduta vicino alla collega della contabilità che si dimostra sempre e comunque oberata di lavoro. Ha iniziato a farmi vedere qualcosa, ma sempre molto alla spicciolata e magari su 8 ore ne impiego realmente solo 3..per poi sentirmi dire che non sa cosa altro farmi vedere, e o lasciandomi abbandonata a me stessa, o dandomi altro materiale da studiare. Se ciò facesse parte di una loro strategia andrebbe anche bene. Il problema è che i due notai a capo dello studio quando passano di lì spesso fanno scenate indirizzate a lei ma che mi mettono fortemente in imbarazzo, del perché non mi fa fare di più e del perché continuo a essere solo china su libri, manco fossi a scuola. Io mi sono fatta l'idea che questi notai siano molto autoritari ma poco autorevoli, ci sia poca comunicazione e i dipendenti faccino in sostanza ciò che vogliono. Ogni mattina varco la porta col terrore di non avere niente da fare. E se già si tratta di un lavoro difficile, mi sembra sempre più impossibile io possa imparare il lavoro senza un'insegnamento adeguato e un cavolo di pc su cui lavorare. Non so come fare. Se mi vogliono formare con così tanta pazienza auspico abbiano una prospettiva a medio/lungo termine e lasciare mi dispiace anche. Ma vivere così male non lo trovo giusto. In più l'ente formativo non mi può neanche assistere, perché lo studio notarile ha attivato il tirocinio autonomamente col proprio consulente del lavoro. In tutto ciò non so neanche chi sia il mio tutor. Vorrei parlare ai notai ma ho paura di mettermi in cattiva luce con l'impiegata. Sono arrabbiata. Mi sono buttata in questa nuova esperienza formativa molto fiduciosa. Ho 27 anni e sono stufa di incertezze. Vorrei farmi un'esperienza lavorativa valida da poter spendere. Grazie.

Ultimo Post: 4 giorni, 4 ore fa

Di: ross93

Leggi tutto

Stage sospesi causa Covid, la Toscana mette quasi 3 milioni di euro sul nuovo bando: aperto anche a chi ha più di 30 anni

Si aprirà domani mattina, giovedì 14 gennaio, alle ore 9 la possibilità di far domanda per un contributo straordinario per tirocinanti e praticanti over 29 che si sono visti sospendere o interrompere lo stage in Toscana nel corso del 2020 a causa delle restrizioni per l’emergenza Covid. La Regione ha, infatti, finalmente pubblicato il nuovo bando che si rivolge anche alla platea precedentemente esclusa dal provvedimento. L’avviso arriva sei mesi dopo il suo primo annuncio, quando con una delibera di ...

Ultimo Post: 5 giorni, 20 ore fa

Di: Marianna Lepore

Leggi tutto

Accettare lavoro o continuare a studiare?

L'emergenza Covid potrebbe in questa circostanza aiutarti, paradossalmente. Lo diciamo perché ormai le università si stanno attrezzando con la didattica a distanza, un'opzione che consente di seguire le lezioni a distanza, da casa. Con un notevole risparmio sui tempi per gli spostamenti, anche se questo comporta rinunciare alla vita sociale universitaria, altrettanto importante e formativa. E speriamo che sia così solo transitoriamente. Sarebbe possibile per te conciliare le due cose, il lavoro che ti hanno offerto e la magistrale? L'impegno è grande, perché andresti a sommare le ore di lavoro con quelle necessarie alle lezioni e alla preparazione degli esami. Ma il gioco potrebbe valere la candela perché, specie di questi tempi, sarebbe un peccato rinunciare a un'offerta di lavoro, seppure non allineata alle tue aspettative. A licenziarti faresti sempre in tempo. Anche sottoscrivere un contratto a tempo indeterminato non significa che non si sia liberi di scegliere in futuro. Va poi considerata anche la tua situazione personale, e cioè quanto hai bisogno di questo lavoro, e quanto invece potresti permetterti di andare avanti con gli studi senza dover contare su un'entrata economica certa. Facci sapere cosa deciderai, e un caro saluto

Ultimo Post: 6 giorni, 2 ore fa

Di: Redazione_RdS

Leggi tutto