Master dei Talenti, le voci degli «ex»: Maria Abbatescianni, un'appassionata di letteratura in ambasciata a Bucarest

Di Annalisa Di Palo - 25 febbraio 2011 In Storie

Ancora pochi giorni disponibili per candidarsi alla nuova edizione del bando Master dei Talenti della Fondazione CRT destinato ai neolaureati più talentuosi di Piemonte e Valle d'Aosta. C'è tempo fino al 28 febbraio per provare a vincere uno dei 79 stage "di lusso" in giro per il mondo con rimborsi dai 1400 ai 3300 euro. Spazio anche a "lauree deboli" come  Lettere: Maria Abbatescianni racconta il suo anno all'ambasciata d'Italia a Bucarest

Ho 29 anni e sono di Milano. Qui ho fatto il liceo classico, e poi – siccome amo la letteratura più di qualsiasi altra cosa – mi sono orientata sulla facoltà di Lettere di Torino, corso
di laurea in Culture moderne e comparate, allora l’unico in Italia. Era il 2000 e la riforma universitaria era agli albori; Torino aveva deciso di adottare subito il nuovo ordinamento e io decisi di iscrivermi. I primi tre anni ho condiviso casa, pagando 375 euro per una singola, poi i miei ne hanno comprata una.
Durante gli studi ho anche avuto modo di fare due esperienze internazionali: come matricola, un mese a Cambridge all'interno di un programma per stranieri, con due esami sostenuti ma purtroppo non riconosciuti. Il terzo anno poi sono tornata in Inghilterra: un
Erasmus di sei mesi all'università di Warwick,  Coventry. La borsa era di soli mille euro in tutto, sufficienti per un paio di mesi a dir tanto, ma sono stata fortunata con l'alloggio: 300 sterline al mese per una stanza singola in campus - un colpo di fortuna, di solito per una sistemazione come quella si paga molto di più.
Il mio primo stage, curriculare, risale al primo anno della specialistica:  quattro mesi nell’ufficio stampa di un’agenzia di relazioni pubbliche a Milano, senza rimborso spese, ma almeno ero tornata momentaneamente a stare dai miei. Sono stata inserita nel team di lavoro subito e ricevendo molte responsabilità. Questo però mi ha fatto imparare velocemente. Negli stage spesso una persona viene presa, buttata in un lavoro e lasciata affogare; oppure le vengono dati sempre compiti non stimolanti: una via di mezzo sembra difficile da trovare. Alla fine mi è stata ventilata la possibilità di fermarmi, con retribuzione, ma ero intenzionata a finire l’università e ho rifiutato.
Al bando Master dei Talenti ho partecipato nel 2006, dopo aver ricevuto una mail dal job placement. Quell’anno la domanda scadeva il 31 gennaio e la mia laurea era prevista ad aprile; ho fatto di tutto per anticiparla e ho discusso la tesi il 27 gennaio, a quattro giorni dalla scadenza. Le posizioni per i candidati di facoltà umanistiche erano davvero poche e io ho puntato un tirocinio annuale all’ambasciata d'Italia a Bucarest. Dopo un colloquio telefonico in italiano, a fine marzo è arrivato il sì, e un mese dopo la partenza. In ambasciata ero addetta all’ufficio stampa e agli eventi culturali e ho lavorato a stretto contatto con ministri italiani e romeni. È stata un’esperienza incredibilmente arricchente, in un ambiente difficile e molto stressante, in una città complessa: a 24 anni, un tirocinio molto formativo, che ha richiesto determinazione e carattere per non rischiare di essere "schiacciati" da un ambiente così impegnativo. Pur non portandomi direttamente a un lavoro è senz’altro una nota prestigiosa del mio curriculum e mi è stata utile. Condividevo casa con due persone, un'altra vincitrice del bando e, a turno, due stagisti Mae-Crui - all'ambasciata per tre mesi ma senza alcun rimborso - pagando 200 euro al mese per una singola: poco di per sè, ma  non se comunque bisogna tirarli fuori di tasca propria. Con i miei 1800 euro lordi mensili della Fondazione CRT invece vivevo molto bene, stando abbodantemente al di sopra del costo medio della vita, che si aggira sui 500 euro mensili.
Tornata da Bucarest, dal settembre 2007 all'aprile 2010 ho lavorato in un'agenzia di comunicazione milanese,  entrando direttamente con un contratto a tempo indeterminato perché erano già saturi di contratti a progetto. Poi ho deciso di cambiare e senza troppe difficoltà dopo due settimane ho iniziato un periodo di prova di sei mesi con contratto a progetto in un’altra agenzia di relazioni pubbliche di Milano, nel settore della gestione risorse umane. Adesso lì ho un contratto a tempo indeterminato e guadagno 18mila euro netti l'anno, riuscendo a mantenermi completamente da sola. Vivo con il mio compagno in una casa di proprietà dei miei genitori. Il nostro stipendio - 3mila euro in due - ci consente di avere un buon tenore di vita: usciamo spesso, andiamo in vacanza e ci concediamo diversi sfizi. Siamo consapevoli di essere due privilegiati. Il mio lavoro mi piace, non era il sogno della mia vita ma mi trovo bene. Penso di essere in un momento di crescita professionale importante, ho conquistato una mia autonomia e comincio a passare dalla semplice operatività alla parte di strategia. Scegliendo di tornare in Italia dopo l'esperienza del Master dei Talenti ho fatto una scelta precisa, e non me ne pento.

Testo raccolto da Annalisa Di Palo

Per saperne di più su questo argomento, leggi anche:
- Il giro del mondo in ottanta stage: anteprima del nuovo bando Master dei Talenti della Fondazione CRT
- Occupati e ben pagati: ecco l'identikit di chi ha partecipato al Master dei Talenti della Fondazione CRT

E anche le testimonianze di chi ha fatto negli anni passati questa esperienza:
-
La sensibilità di psicologo di Davide Debertolo al servizio della giustizia minorile in Mozambico
- Il geologo Luca Guglielmetti, da Torino a Yellowstone con lo zaino in spalla
- Paola Laiolo, da Torino a Bruxelles inseguendo l'Europa

E scopri le aziende del bollino «OK Stage» che partecipano al bando:
- «Con due tutor e un mentor, seguiremo i tirocinanti CRT passo per passo nella loro avventura spagnola»: quest'anno anche Everis è nel bando del Master dei Talenti
- Marketing al gusto di nutella: c'è anche Ferrero nel bando Master dei Talenti 2010

© Riproduzione riservata

Jobs Act, cosa c'è scritto davvero nel testo appena approvato dalla Camera

Jobs Act, cosa c\u0027è scritto davvero nel testo appena approvato dalla Camera

La riforma del lavoro di Matteo Renzi procede ben più velocemente del previsto. L'altroieri il disegno di legge "Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia ...

Università, la proposta dei ricercatori Adi: «Abolite gli assegni di ricerca»

Università, la proposta dei ricercatori Adi: «Abolite gli assegni di ricerca»

Professori praticamente mai: le speranze di arrivare al traguardo, per i "giovani" - le virgolette sono d'obbligo, visto che si parla anche di quarantenni - che lavorano all'interno delle università e in particolare per chi è assegnista di ricerca, sono ...

Il Lazio riparte dalle start up: bando da 1 milione e mezzo di ...

Il Lazio riparte dalle start up: bando da 1 milione e mezzo di euro per quelle più innovative

«Siamo un paese pieno di eccellenze ma pigro, che non ha tenuto ai ritmi di innovazione che la globalizzazione impone». A parlare è il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che, intervenendo alla Start up Marathon, un business game per ...

«Non più solo stagista, in Carglass finalmente sono cresciuta»: la storia di Alessandra

«Non più solo stagista, in Carglass finalmente sono cresciuta»: la storia di Alessandra

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le testimonianze degli ex stagisti delle aziende ...

Centro per l'impiego di Prato, l'isola felice che teme di affondare

Centro per l\u0027impiego di Prato, l\u0027isola felice che teme di affondare

Otto utenti su dieci che si rivolgono al Centro per l’impiego di Prato dicono di essere soddisfatti del servizio. Una percentuale sorprendente, che spiazza. Anche perché l’erede del vecchio collocamento non è proprio da annoverare fra gli uffici più amati ...

Tutti i premi di laurea in scadenza, oltre 25mila euro in palio

Tutti i premi di laurea in scadenza, oltre 25mila euro in palio

Hanno spesso il sapore delle ultime fatiche, ma le tesi di laurea, stappato lo spumante ed esaurite le congratulazioni, finiscono per lo più chiuse in un cassetto... Passata la festa, gabbato lo santo. Una possibilità per ridare nuova vita agli ...

Tirocinanti negli uffici giudiziari, il ministero non sa quanti sono e quando (e ...

Tirocinanti negli uffici giudiziari, il ministero non sa quanti sono e quando (e se) saranno pagati

Due mesi. Tanto ha atteso la Repubblica degli Stagisti le risposte del ministero della Giustizia sulle disposizioni relative agli stage all'interno degli uffici giudiziari italiani destinati ai laureati in Giurisprudenza e introdotti dal Decreto Fare. E alla fine le risposte ...

Artimede: nasce a Como l'incubatore per start-up culturali

Artimede: nasce a Como l\u0027incubatore per start\u002Dup culturali

Un incubatore dedicato alle imprese attive in campo culturale: nasce a Como Artimede, un progetto per aiutare gli startupper che operano in questo settore a far crescere le loro aziende.L'idea, spiega Matteo Torri di ComoNext - la struttura che ospita ...

«Non solo colleghi: con lo stage e poi il lavoro in Progetto ED ...

«Non solo colleghi: con lo stage e poi il lavoro in Progetto ED ho trovato dei compagni di viaggio»

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le testimonianze degli ex stagisti delle aziende ...

Garanzia giovani, al via i bandi di servizio civile

Garanzia giovani, al via i bandi di servizio civile

Il servizio civile approda ufficialmente dentro Garanzia giovani. Sono appena stati pubblicati i bandi regionali per partecipare ai progetti di tipo socio-assistenziale - e non solo - messi a punto dagli enti accreditati. Destinatari sono solo 5463 giovani, un po' meno ...

Lavoro, crisi, neet: il Rapporto Giovani rivela cosa pensano gli under 30

Lavoro, crisi, neet: il Rapporto Giovani rivela cosa pensano gli under 30

Cosa pensano i giovani italiani? In quali valori credono, come affrontano la vita, lo studio, le tappe verso l'età adulta? Cosa pensano della situazione politica ed economica? Vanno a votare? Hanno fiducia nelle istituzioni? Come vivono la precarietà? Che rapporto ...

Ministro Gentiloni, risolva il problema degli stage (bloccati) al ministero degli Esteri

Ministro Gentiloni, risolva il problema degli stage (bloccati) al ministero degli Esteri

Due settimane fa c'è stato un cambio della guardia al vertice della Farnesina. Fuori Federica Mogherini, nominata "Lady Pesc" e passata alla guida della politica estera di tutta l'Unione europea, e dentro Paolo Gentiloni. Al neoministro degli Esteri la Repubblica ...

Garanzia giovani in difficoltà, ma dall'Ue miliardi per finanziare i progetti dei giovani

 Garanzia giovani in difficoltà, ma dall\u0027Ue miliardi per finanziare i progetti dei giovani

Una due giorni per fare rete, lanciare progetti e sfruttare le opportunità offerte dai finanziamenti europei. E per non lasciare che la mancanza di informazione o di organizzazione faccia perdere qualche buona occasione. Questo il senso dell'iniziativa dell'Agenzia nazionale giovani, ...

Rai, concorso per giornalisti a febbraio? L'Usigrai rassicura ma l'azienda tace

Rai, concorso per giornalisti a febbraio? L\u0027Usigrai rassicura ma l\u0027azienda tace

Quando, lo scorso febbraio, la Rai aveva annunciato di voler finalmente aprire un nuovo concorso per l'assunzione di giornalisti, in tanti avevano esultato. E infatti alla tv pubblica erano arrivati nell'arco di poche settimane quasi 5mila candidature. Ma siamo ormai ...

Reddito minimo garantito, riparte la battaglia politica

Reddito minimo garantito, riparte la battaglia politica

I tempi sono sempre più magri, e allora si ricomincia a parlare di reddito minimo garantito. Sono diverse le associazioni, da San Precario a Libera a Sbilanciamoci, che da tempo si battono per l'introduzione di questa misura, certe che la ...

Open