Fuga dei cervelli, il 73% dei ricercatori italiani all’estero è felice e non pensa a un rientro

10 anni, 6 mesi fa di Ilaria Mariotti

Link all'articolo originale: Fuga dei cervelli, il 73% dei ricercatori italiani all’estero è felice e non pensa a un rientro La maggior parte dei ricercatori italiani all’estero non ha alcuna intenzione di tornare in Italia: secondo un recente studio coordinato da Benedetto Torrisi, ricercatore in statistica economica all'università di Catania, su un campione di quasi mille ricercatori espatriati con un’età compresa tra i 25 ed i 40 anni, il 73% risiede fuori dai confini nazionali felicemente. La restante percentuale invece tornerebbe solo a determinate condizioni: ricongiunzione della carriera acquisita, maggiori redditi, migliore gestione delle risorse destinate alla ricerca e maggiori ...

Torna al più nuovo