Io schiava di chi e per cosa????

10 anni, 1 mese fa di alessiasita

Ciao a tutti sono una ragazza di 23 anni, laureanda in editoria e giornalismo. Quasi un anno fa ho fatto la mia prima esperienza da stagista presso un Ufficio Stampa. Il mio stage è durato solo tre mesi,per due motivi:1)questo era il tempo stabilito per prendere i 10 cfu necessari per il mio percorso di studi(le mie ore lavorative superavano le 350); 2)non vi era possibilità di inserimento in quell'azienda.
A distanza di un anno vengo ricontattata dallo stesso ufficio per un nuovo stage alle medesime condizioni.Ho rifiuto. Perchè? Cercherò di essere chiara e breve nel descrivervi le mie modalità di lavoratrice sfruttata.
Il mio orario lavorativo si svolegeva dalle )9.00/9.30 alle 19.00/20.00 (mi sposto con i mezzi pubblici), non sono mancati momenti di lavoro duro (10 giorni in particolare)in cui lavoravo anche fino alle 24.00, qualche volta anche il sabato e la domenica. Non sono stata retribuita nè tantomeno ho avuto un rimborso spese. Anzi ho speso io!!(pranzi, cene e taxi).
Insomma la mia esperienza da stgista è stata traumatica e deludente. Mi domando a cosa serva studiare così tanto, fare corsi su corsi, se poi nessuno ti prende in considerazione o ti offre la possibilità di crescere e migliorare. A saperlo prima avrei fatto fare meno sacrifici ai miei genitori: come sappiamo studiare costa e se poi hai anche l'aggravante di essere studentessa fuori sede e essere costretta a pagare affitto e spese varie annesse, allora la sconfitta, l'amarezza di lavorare per la gloria e non vedere un futuro, una gratificazione personale pesa ancora di più!!!!
Mi auguro che le cose cambino e che ci sia un po'più di meritocrazia,giustizia e correttezza...chiedo troppo secondo voi????
Lele

Torna al più nuovo