Ordina per...

Autenticati per poter ricevere gli aggiornamenti

Cerca nel Forum

un nuovo stage nello stesso settore

11 anni, 5 mesi fa di migan

Salve a tutti,cerco di sintetizzare la mia esperienza per essere abbastanza chiara.
Ho svolto per 11 mesi uno stage all'interno di un'agenzia interinale,mi occupavo di affiancare la recruiter nella selezione e gestione del personale somministrato.
Al termine di questa esperienza,purtroppo,non è stato possibile fare per me un nuovo contratto ma di questo non rimprovero nessuno,in quanto mi hanno sempre informato della situazione.Ma per me era e resta un'esperienza troppo interessante e bella per poterne rinunciare.
Bene alla fine dello stage mi era stato proposto un nuovo stage all'interno di un'azienda cliente dell'agenzia,in quanto la recruiter di quest'ultima aveva potuto apprezzare le mie capacità.Purtroppo però il centro dell'impiego,con il quale erano stati attivati i primi 3 mesi di stage, non mi permette adesso di attivarne uno nuovo in quanto il settore è lo stesso.
Volevo sapere da voi perciò se questa informazione sia da considerarsi attendibile.
A me sembra piuttosto assurdo,soprattutto in questo periodo di forte disoccupazione giovanile.
Vi ringrazio delle eventuali delucidazioni e mi scuso se son risultata troppo prolissa. Annalisa

migan

11 anni, 5 mesi fa

Eleonora,grazie per la risposta. In realtà hai espresso un pensiero che nella mia testa è sempre esistito.
Il centro per l'impiego è quello di lecce,cioè della mia città, e so che il loro è semplicemente zelo nel voler tutelare una situazione che potrebbe sfociare nell'abuso. Più volte son venuti addirittura a trovarmi sul posto di lavoro,per capire come stesse procedendo il mio percorso. Da questo punto di vista è da ammirare.
Purtroppo però la realtà in cui sono immersa,quella cioè di una città che offre davvero poco dal punto di vista lavorativo,con il passare del tempo mi ha spinto a voler anche mettere da parte i miei interessi pur di lavorare nel settore che amo ed evitare di finire (con tutto il rispetto per i ragazzi che ci lavorano e che io stimo per il coraggio) in un call center.
Attualmente la mia situazione è quella di tanti altri miei coetanei,cioè laureata con il massimo dei voti,con un'esperienza di lavoro seria ed importante però a casa con un vuoto di 4 mesi sul curriculum che non so come colmare.
Cercherò comunque di informarmi sull'opzione che mi hai suggerito. Grazie mille! E grazie soprattutto perchè certe volte,anche solo parlare di questo e confrontarsi con persone come te, ci aiuta a non perdere la speranza e volendo anche la bussola

Eleonora Voltolina

11 anni, 5 mesi fa

Cara Annalisa

a prima vista, direi che il comportamento del centro per l'impiego in questione (a proposito, di quale città?) è volto a tutelarti e a proteggerti da un eventuale abuso.

11 mesi di stage non sono uno scherzo: in questo lungo periodo all'interno dell'agenzia interinale hai sicuramente potuto immagazzinare un bagaglio non indifferente di nozioni, e diventare poco a poco operativa nel campo HR. Se questo percorso è stato fatto come si deve, con una formazione a 360°, dovrebbe averti portata ad imparare un mestiere - quello di HR specialist.

Ora, il fatto che alla fine dello stage l'agenzia non ti abbia potuto trattenere attraverso un contratto è comprensibile, specialmente considerando il momento che, come tu sottolinei, è davvero difficile.
E il fatto che una delle aziende clienti abbia notato la tua professionalità e apprezzato le tue capacità, al punto da desiderare offrirti una posizione, è molto positivo.

Ma i dubbi del centro per l'impiego, Annalisa, non sono affatto infondati. Se quest'azienda vuole inserirti nel suo reparto HR, e tu hai appena svolto uno stage di UNDICI MESI (!!) esattamente nel settore HR, perchè mai proporti di ricominciare da zero attraverso un altro stage? L'azienda in questione, se ti ha notata, dovrebbe essere la prima a riconoscere che in questi 11 mesi hai acquisito capacità e professionalità, e che non hai bisogno di un ulteriore stage.

Ora, se l'azienda propone uno stage "piccolo piccolo", un mesetto o giù di lì, per vedere come ti ambienti e come interagisci con la struttura e i colleghi, è un conto. Ma se invece l'azienda vuole prenderti in stage per un periodo più lungo, 3 mesi o addirittura 6, allora sorge legittimamente il dubbio che lo voglia fare perché:

1) ha visto come lavori

2) sa che, con quello che hai imparato presso l'agenzia interinale, saresti in grado di lavorare bene e di essere operativa praticamente da subito

3) vuole approfittare dell'estrema convenienza dello stage (niente contributi, niente ferie o tfr, niente "rapporto di lavoro" tra le parti)

4) insomma, vuole disporre di te come dipendente, ma trattandoti da stagista

Quindi le remore del centro per l'impiego ad attivare questo stage non sono campate in aria. Tanto più che esisterebbero altre formule, non ugualmente vantaggiose ma comunque molto interessanti dal punto di vista fiscale, per inquadrarti in maniera consona.

Per esempio l'azienda in questione potrebbe farti un contratto di apprendistato. Perchè non provi a capire se questa strada potrebbe essere praticabile? In questo modo tu faresti un passettino avanti nel tuo percorso professionale, ottenendo un vero e proprio contratto, e non un altro stage di cui - presumo - in fondo in fondo sai anche tu di non avere bisogno.

Aggiungo che molte volte su questo sito protestiamo e accusiamo i centri per l'impiego di attivare stage impropri, di non fare alcun tipo di controllo sui progetti formativi o sull'effettiva necessità di inquadrare un candidato come "stagista" quando in realtà avrebbe già le competenze per essere inquadrato come dipendente.

Per una volta che un centro per l'impiego attua una valutazione, e suggerisce che un nuovo stage non sarebbe proprio necessario per una persona che ha appena concluso un anno di stage nello stesso settore, invece di essere soddisfatti che quel centro per l'impiego abbia fatto il suo mestiere lo accusiamo di comportarsi in maniera assurda?

Ripeto quello che ho scritto all'inizio: questa decisione sembra essere volta a tutelarti e a proteggerti da un eventuale abuso, non certo a danneggiarti.

Torna al più nuovo