Quanti sono gli stagisti negli enti pubblici? Ministro Brunetta, dia i numeri

Di Eleonora Voltolina - 15 giugno 2011 In Editoriali

Diamo una mano al ministro Brunetta. Tra le decine di interrogazioni parlamentari che giacciono senza risposta ce n'è una in particolare che dovrebbe stare a cuore a tutti coloro che sono interessati al mercato del lavoro, all’occupazione giovanile e alle tematiche del pubblico impiego. stageÈ quella che all'inizio di aprile - i tempi stretti, si sa, non sono propri della politica e delle istituzioni - Donella Mattesini (PD) ha rivolto al ministro della pubblica amministrazione per chiedergli un semplice numero: quello degli stagisti in forza presso gli enti pubblici italiani. Il dato infatti è sconosciuto. Grazie all'Unione delle Camere di commercio si conosce in maniera abbastanza precisa il numero di persone che ogni anno fanno questo tipo di esperienze nelle imprese private - 322mila nel solo 2009, un dato aumentato addirittura del 41% negli ultimi quattro anni - ma invece quello di chi va negli enti pubblici è ignoto. Punto di domanda. Black out.
E allora diamo una mano al ministro Brunetta. Un aiutino, una vocale, la telefonata da casa. Ministro, solo gli studenti universitari che ogni anno fanno stage negli uffici di sua competenza - comuni province e regioni, ministeri, tribunali, università, agenzie ambientali, istituti previdenziali, asl, comunità montane… - sono quasi 80mila. Ci si arriva partendo dai dati Almalaurea, con qualche approssimazione e un pizzico di disinvoltura nell'ampliare il dato alla totalità degli studenti universitari italiani. Un altro aiutino: di tutto l'esercito degli stagisti negli enti pubblici, questi 80mila rappresentano esclusivamente quelli che svolgono tirocini mentre fanno l'università. È plausibile che a fare stage nelle pubbliche amministrazioni dopo la laurea siano altrettanti. Quindi potremmo dire, con buona probabilità, che più o meno 150mila studenti universitari e neodottori dopo la laurea fanno ogni anno stage negli enti pubblici. Oltre a questi, drenati dalle università, è assodato che ce ne siano altre decine di migliaia: innanzitutto la categoria dei diplomati, poi quella dei laureati non "neo", infine quella di chi fa master o scuole di specializzazione che al loro interno, o al termine, prevedono più o meno lunghi periodi di stage "per completare la formazione".
E quindi circa 200mila giovani ogni anno entrano negli enti come stagisti, danno una mano, imparano ma spesso anche insegnano - basti pensare alle competenze informatiche che a molti funzionari pubblici difettano - e sopratutto producono. Dalle piccole cose, le fotocopie le relazioni le tabelle excel, alle grandi cose, quando per esempio - e capita, eccome se capita - allo stagista vengono affidati compiti specifici da svolgere in autonomia, perché il personale è poco e il lavoro è tanto. 200mila è però un numero impreciso. Conoscere quello esatto sarebbe utile per molte ragioni, innanzitutto per comprendere meglio il fenomeno: ragionare su un tema conoscendone l'entità è sempre meglio che andare a tentoni. In secondo luogo, per capire quanto gli enti si appoggino sugli stagisti; è cosa nota che, a partire dai tagli e dai bilanci in rosso, gli amministratori della cosa pubblica cercano di reperire risorse là dove costano meno: ed è innegabile che i tirocinanti costino meno, anzi non costino nulla, non avendo diritto allo status di "lavoratori", a uno stipendio, a una prospettiva occupazionale.
Tre mesi, sei mesi, talvolta addirittura un anno di stage e poi arrivederci e grazie, del resto si sa che nel pubblico non si assume a chiamata, bensì soltanto tramite concorso. stageEd è il mito dell'impiego pubblico, della serie "forse qualcosa ne ricavo, forse mettendo un piede dentro finisco per restare" - per giovani costantemente alla ricerca di un minimo di stabilità, in un mondo del lavoro che offre ben poche certezze - la leva che spinge questo abnorme numero di ragazzi ogni anno ad accettare di lavorare gratis per lo Stato. Perché di questo si tratta.
Un altro aiutino, ministro. Solo al ministero degli Esteri attraverso il programma Mae-Crui entrano 1.800 tirocinanti ogni anno. Vergognosamente senza percepire nemmeno un euro di rimborso spese, malgrado vengano sparpagliati per il mondo e finiscano talvolta nelle ambasciate e nei consolati più lontani. Nessun tipo di rimborso, tutto a carico loro, perfino il viaggio, l'alloggio, addirittura l'assicurazione medica indispensabile in quei Paesi dove la sanità è a pagamento. Pensare che basterebbe destinare lo 0,2% del bilancio del Mae a questo scopo, e tutti gli stagisti potrebbero godere di un rimborso spese decente…  Ma questa è un'altra storia, e chiama in causa un altro ministro, il suo collega Frattini.
Coraggio, ministro Brunetta. Faccia un censimento degli stagisti negli enti pubblici. È importante per lei per capire cosa succede nella sua parrocchia, è importante per tutti noi scoprire alla fine chi paga i tagli alla pubblica amministrazione... Non sarà mica che, invece di riformarla e renderla più efficiente, si stia semplicemente spostando il peso della carenza e dell’inadeguatezza del personale su giovani di belle speranze ma senza tutele?

Eleonora Voltolina
pubblicato sul blog del Fatto Quotidiano


Per saperne di più su questo argomento, leggi anche:
- Mae-Crui, la vergogna degli stage gratuiti presso il ministero degli Esteri: ministro Frattini, davvero non riesce a trovare 3 milioni e mezzo di euro per i rimborsi spese?
- Rimborso spese per gli stage Mae-Crui, a chi sì e a chi no. La protesta di una lettrice: «Non è giusto: tutti dovrebbero ricevere un sostegno»

© Riproduzione riservata

Pensionarea, una start-up nata in una stalla aiuta i precari di oggi a ...

Pensionarea, una start\u002Dup nata in una stalla aiuta i precari di oggi a costruirsi una pensione per domani

Spesso si sente dire che i precari di oggi, i giovani nati dalla fine degli anni Settanta in poi, una pensione non ce l'avranno mai. A causa di molti fattori: innanzitutto le tipologie contrattuali discontinue, che portano a numerosi "vuoti" ...

«Roma costosissima per gli stagisti, io ce l'ho fatta solo grazie a un'azienda ...

«Roma costosissima per gli stagisti, io ce l\u0027ho fatta solo grazie a un\u0027azienda rispettosa»

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le ...

Quote rosa, con la legge sui cda l'Italia è avanti: ma la battaglia ...

Quote rosa, con la legge sui cda l\u0027Italia è avanti: ma la battaglia europea è ancora lunga

Preparate, competenti e competitive sui banchi di scuola e dell’università, anche più dei colleghi maschi, eppure ancora oggi un passo indietro nel mondo del lavoro: che le donne siano spesso penalizzate non è uno stereotipo ma una realtà che emerge ...

Startup ed Expo ma non solo, gli imprenditori lombardi: puntiamo sui giovani per ...

Startup ed Expo ma non solo, gli imprenditori lombardi: puntiamo sui giovani per far volare Milano

Milano prova a trainare la difficile ripresa dell’economia, e per farlo non dimentica di puntare sui giovani: tra i 50 “progetti per far volare Milano”, lanciati un anno fa da Assolombarda, diverse iniziative hanno infatti riguardato proprio le nuove generazioni, ...

Tirocini all'estero, oltre 200 opportunità nei bandi Leonardo che scadono nel periodo natalizio

Tirocini all\u0027estero, oltre 200 opportunità nei bandi Leonardo che scadono nel periodo natalizio

La conclusione dell’anno è da sempre tempo di riflessioni e bilanci, anche sul fronte professionale. Chi pensa o sta pensando di fare i bagagli per un ‘esperienza all’estero può dare un’occhiata ai bandi Leonardo di prossima scadenza. Venerdì 19 dicembre è l'ultimo ...

NaStartUp, a Napoli le startup si incontrano e fanno community

NaStartUp, a Napoli le startup si incontrano e fanno community

È nato quest’anno con l’obiettivo di creare una palestra per tutte le persone che si occupano di innovazione e che in questo modo hanno la possibilità di collaborare tra loro: NaStartUp è un progetto partecipativo «per l’ecosistema delle startup made ...

Garanzia giovani, parte la fase due: ma ancora pochi posti di lavoro e ...

Garanzia giovani, parte la fase due: ma ancora pochi posti di lavoro e troppi rinunciatari

Il programma Garanzia Giovani non è stato pensato per creare posti di lavoro, ma per «migliorare l'occupabilità dei Neet», vale a dire di chi è disoccupato, non studia e non è impegnato in una attività di formazione. Così ha detto il ...

«Siamo energici e intraprendenti, metteteci a lavorare»: un appello alle aziende italiane

«Siamo energici e intraprendenti, metteteci a lavorare»: un appello alle aziende italiane

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le testimonianze degli ex stagisti delle aziende ...

Piano giovani Sicilia, oggi parte il mail bombing di diffida contro la Regione

Piano giovani Sicilia, oggi parte il mail bombing di diffida contro la Regione

Avrebbero dovuto prendere il via il 30 novembre: ma due settimane dopo quella data ancora nessuno dei 1.600 giovani che dovevano iniziare i tirocini previsti dal Piano giovani Sicilia ha avuto notizia di cosa succederà. Dai due famosi clicday sono ...

Quattro in pagella per Garanzia Giovani: coraggio ministero e Regioni, si può migliorare

Quattro in pagella per Garanzia Giovani: coraggio ministero e Regioni, si può migliorare

La media del 4. Questo è il voto che finora i giovani italiani danno alla Garanzia Giovani, il grande piano di matrice europea che dovrebbe attivare tutti i Paesi Ue dove la disoccupazione giovanile è più forte in modo da ...

Ricerca sempre più precaria, l'allarme della Cgil: «A rischio la tenuta del sistema ...

Ricerca sempre più precaria, l\u0027allarme della Cgil: «A rischio la tenuta del sistema accademico»

«L'università sta diventando la più grande fabbrica di precarietà». A denunciarlo è Domenico Pantaleo, segretario generale della Flc Cgil, sigla sindacale di rappresentanza dei lavoratori della conoscenza. Con la Repubblica degli Stagisti, Pantaleo commenta i risultati di 'Ricercarsi', indagine appena ...

Grape, la start-up che rende il vino più buono

Grape, la start\u002Dup che rende il vino più buono

C'è anche la scienza dietro a un buon vino. Lo sanno bene Simona Campolongo (30 anni), Chiara Pagliarini (31) e Fabrizio Torchio (33), tre dottorandi di ricerca della facoltà di Agraria di Torino che hanno dato vita a Grape, una ...

Ventitré anni e appassionata di contabilità, già assunta a tempo indeterminato: avvio di ...

Ventitré anni e appassionata di contabilità, già assunta a tempo indeterminato: avvio di carriera sprint in Everis

Per raccontare «dal di dentro» l'iniziativa Bollino OK Stage, attraverso cui la Repubblica degli Stagisti incentiva le imprese a garantire ai giovani percorsi "protetti" e di qualità secondo i principi della Carta dei diritti dello stagista, la redazione raccoglie le testimonianze degli ex stagisti delle aziende ...

I giovani smuovono un'Italia bloccata, Censis: primi in Europa per lavoro autonomo

I giovani smuovono un\u0027Italia bloccata, Censis: primi in Europa per lavoro autonomo

Per l'occupazione giovanile i dati restano drammatici, ma per la prima volta da anni affiora qualche elemento in controtendenza. «I fenomeni positivi riscontrati sono due» spiega alla Repubblica degli Stagisti Ester Dini, responsabile della sezione lavoro del Rapporto Censis 2014, presentato ...

Stage all'estero, opportunità in tre istituzioni europee con rimborsi da mille euro al ...

Stage all\u0027estero, opportunità in tre istituzioni europee con rimborsi da mille euro al mese

Per chi pensa all'estero per formarsi attraverso tirocini di qualità le opportunità non mancano mai. Specie nelle istituzioni europee. E in questo periodo sono almeno tre quelle che aprono le porte ai giovani europei.   Corte di giustizia europea   La prima ...

Open