Stage all'estero con rimborsi fino a 3mila euro: torna il Master dei Talenti

Negli scorsi anni ha riscosso un grande successo, tanto che nel 2011 sono arrivate addirittura più di mille domande per i poco più di 70 posti a disposizione.Stagisti A fare presa sui giovani la possibilità di svolgere un tirocinio qualificante all'estero, ma certamente anche il rimborso spese, variabile da un minimo di 1.400 fino ad un massimo di ben 3mila euro lordi al mese.
Torna anche per il 2012 il bando Master dei talenti neolaureati, finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Torino e organizzato in collaborazione con gli atenei piemontesi e valdostani. L'edizione 2012 porta con sé una novità importante: l'iniziativa sbarca infatti anche in Emilia-Romagna grazie ad una sinergia con la Fondazione Cassa dei risparmi di Forlì, che finanzierà 8 dei 79 tirocini, per i quali potranno candidarsi gli studenti delle facoltà dell'Alma mater studiorum di Bologna che hanno sede nel 'Cittadone': economia, scienza politiche e ingegneria, oltre alla scuola superiore di lingue moderne per traduttori e interpreti. Crt gestirà invece gli altri 71 progetti, riservati agli iscritti all'università e al Politecnico di Torino, all'ateneo del Piemonte orientale «Amedeo Avogadro», all'università della Valle d'Aosta, a quella di Scienze gastronomiche e alle Accademie di belle arti delle due regioni, purché rilascino titoli equivalenti alla laurea.
La partecipazione al bando è aperta solo a coloro che abbiano concluso il proprio percorso accademico dopo il 1 gennaio del 2011 o che lo faranno entro il 29 febbraio prossimo, data ultima per la presentazione delle candidature. Sono previsti anche un limite di età, fissato a 24 anni per la laurea triennale e a 27 per le magistrali, quelle a corso unico e quelle del vecchio ordinamento, ed un voto di laurea minimo, che varia a seconda dei singoli progetti.

StagistiStati Uniti, Svizzera, Romania, Russia, e ancora Belgio, Regno Unito, Germania: sono solo alcuni dei paesi nei quali verranno attivati i 79 tirocini inseriti nel bando, con una durata di 6 o 12 mesi a seconda dell'azienda coinvolta. In particolare, i progetti di durata semestrale sono quelli che prevedono che una parte del progetto sia svolto in Italia o che sono organizzati da un'azienda con sede legale nel Belpaese, nel rispetto dei limiti introdotti dalla manovra dell'agosto 2011. I tirocini che durano 12 mesi, oppure 6 mesi e poi prorogabili per altri 6, verranno invece svolti totalmente all'estero presso imprese che non hanno sede legale in Italia. In questo caso, la tempistica dipende esclusivamente da esigenze aziendali. I progetti riguardano i settori più diversi: dal commercio all'energia, dai servizi sociali alla cooperazione internazionale.
Tra le aziende coinvolte, anche due che fanno parte del circuito Bollino OK Stage della Repubblica degli Stagisti. Si tratta di Ferrero, che offre un tirocinio di sei mesi rinnovabile per altri sei in Lussemburgo, con un rimborso di 1.800 euro lordi mensili, e Procter&Gamble, che offre due stage, sempre con la formula 6+6, da svolgersi in diversi Paesi, con borse che variano da 1.600 a 2.500 euro lordi mensili a seconda della sede.
Chi volesse candidarsi per uno dei 79 tirocini che partiranno nel corso del 2012 ha tempo fino al 29 di febbraioStagisti per farlo. Quanti dovessero laurearsi nel corso del mese di febbraio sono invitati ad applicare solo dopo aver discusso la tesi. Chi andrà di fronte alla commissione proprio mercoledì 29 febbraio dovrà invec
e contattare direttamente gli organizzatori. Per partecipare è necessario presentare una doppia domanda: innanzitutto bisogna compilare online il modulo che si trova solo sul sito della Fondazione Crt, quindi occorre stamparlo ed inviarlo per posta. Le candidature che non arriveranno in questa duplice forma non saranno prese in considerazione. È possibile presentare domanda per un massimo di cinque stage.
Le due Fondazioni, ciascuna per i tirocini dei quali si occupa, effettueranno una selezione di un massimo di dieci profili che verranno sottoposti alle aziende, che sceglieranno poi autonomamente la persona da inserire nelle proprie attività. In questa fase di preselezione si terrà conto della coerenza del percorso di studi con le attività da svolgere durante il tirocinio, di eventuali precedenti soggiorni all'estero o esperienze lavorative, delle lingue conosciute, delle conoscenze informatiche e del voto di laurea.
StagistiI vincitori verranno avvisati esclusivamente tramite posta elettronica e avranno 48 ore di tempo dalla ricezione dell'email per confermare la propria partecipazione, pena l'esclusione dal progetto. Durante lo svolgimento del tirocinio, le due Fondazioni svolgeranno una continua attività di monitoraggio.
«Sottoponiamo ai borsisti dei continui test per sapere se sono soddisfatti, se il tutor li segue, se l'attività svolta è conforme a quella descritta nel bando», conferma Luigi Somenzari [nella foto a sinistra], responsabile del progetto per Crt. Al termine dell'esperienza, ai partecipanti sarà chiesto di redigere una relazione finale. «Ci sembra utile una mappatura di come è andato il progetto. Se poi lo stage non rispecchia gli standard di qualità, non lo riproponiamo». Per eventuali ulteriori chiarimenti, la Fondazione Crt ha messo a disposizione sul proprio sito alcune Faq.

Riccardo Saporiti

Se ti ha interessato questo argomento, leggi anche:
- Master dei Talenti della Fondazione CRT: quasi mille candidati per i 75 stage all'estero del bando 2010
-
Master dei Talenti CRT - Le voci degli stagisti più fortunati d'Italia
- Occupati e ben pagati: ecco l'identikit di chi ha partecipato al Master dei Talenti della Fondazione CRT

Qui, invece, le testimonianze di alcuni borsisti:

- Maria Abbatescianni, un'appassionata di letteratura in ambasciata a Bucarest
- Francesco Imberti, dalla Cina con amore (per il cibo italiano)
-
Antongiuseppe Stissi, un ingegnere piemontese sul treno per Pechino
-
La sensibilità di psicologo di Davide Debertolo al servizio della giustizia minorile in Mozambico
- Il geologo Luca Guglielmetti, da Torino a Yellowstone con lo zaino in spalla
- Michele Bertolini, l'artista della computer graphic sospeso tra Milano e Los Angeles
- Nicola Rivella, un anno alla World Bank di Washington per studiare i paesi in via di sviluppo»
-
Paola Laiolo, da Torino a Bruxelles inseguendo l'Europa
- Chiara Santi: grazie alla CRT ho scoperto la sicurezza sul lavoro e me ne sono innamorata

Commenta sul forum (1)

Prossimo Articolo